"Golf in piazza a Firenze": i bambini in festa per la Ryder Cup


Entusiasmo fra i baby golfisti a Piazzale Michelangelo per il quinto evento della “Road to Rome 2022”. Il Ministro per lo Sport Luca Lotti: “Ryder Cup grande opportunità per il nostro Paese in termini di prestigio e ritorno economico”.

Firenze, Italia - L’entusiasmo dei bambini alla scoperta di uno sport per tutti: a Piazzale Michelangelo, fantastica cornice di “Golf in Piazza a Firenze”, è andato in scena il quinto evento della “Road to Rome 2022", il viaggio del golf italiano verso la Ryder Cup 2022. Tanti giochi e gare su 3 buche hanno colorato la giornata fiorentina, coinvolgendo anche il Ministro per lo Sport Luca Lotti, che si è cimentato con ferri e palline. Ad accoglierlo i golfisti toscani under 10, simbolo di una disciplina in espansione che guarda al futuro. “È un piacere vedere tanti bambini che si divertono insieme all’aperto – il commento del Ministro per lo Sport – scoprendo quanto questa disciplina sportiva sia bella e alla portata di tutti. È stata l’occasione anche per ribadire una volta di più che la Ryder Cup sarà una grande opportunità per il nostro Paese, in termini di prestigio e ritorno economico”.

Alla presenza di Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf, di Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico delle Squadre Nazioni, Gianni Collini, Consigliere federale e Andrea Scapuzzi, Presidente Comitato Regionale Toscana FIG, sono intervenuti per il Comune di Firenze il Sindaco Dario Nardella, il Vice Sindaco Cristina Giachi, l’Assessore allo Sport Andrea Vannucci e per la Regione Toscana l’Assessore al Turismo Stefano Ciuoffo. Direttamente dall’Inghilterra, è stato esposto nel piazzale il trofeo originale della Ryder Cup, accompagnato da Richard Hills, Direttore della Ryder Cup Europe.

La coppa, dopo esser stata grande protagonista al Circolo Golf Ugolino con i presidenti dei circoli toscani, è sfilata per le vie della città a bordo di un bus scoperto con 35 giovani golfisti fiorentini e Richard Hills, facendo tappa nei luoghi iconici della città.

I golfisti del domani

In linea con gli obiettivi del Ministero per lo Sport e per rafforzare il messaggio di uno sport per ragazzi, in Piazzale Michelangelo si sono esibiti circa 50 studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “Compagni-Carducci” / Scuola Secondaria di primo grado e del Liceo Sportivo Scolopi. Accompagnati dai loro docenti, gli studenti hanno dato il via alla gara di tiro al bersaglio e si sono messi alla prova nel gioco corto e nelle altre attività di animazione. Come testimonial del movimento golfistico toscano, sono stati premiati Letizia Bagnoli e Gianmarco Manfredi, rispettivamente vincitrice del Campionato Nazionale Femminile Matchplay e vincitore del Campionato Nazionale Ragazzi. Hanno ricevuto il premio di “giovani emergenti 2017” Brando Signorini e Matilde Innocenti Angelini, tredicenni del Circolo Golf Ugolino che hanno trionfato in numerosi tornei a livello regionale.

Antognoni e le giovanili viola

GOLF AL PIAZZALE

Giancarlo Antognoni, Club Ambassador della Fiorentina e grande appassionato di golf, ha applaudito i calciatori under 18 del settore giovanile della società viola che si sono cimentati sul green. Antognoni ha raccontato cosa lo ha fatto innamorare del golf: “In una squadra di calcio ci sono 25 giocatori, nel golf puoi provare a giocare contro te stesso. Il golf mi dà tranquillità e serenità, ti aiuta a scaricare la tensione che si accumula durante la settimana. Qualcuno nella Fiorentina che gioca a golf? Simeone si sta interessando, in passato c’erano giocatori come Borja Valero che lo praticavano. La Federazione Italiana Golf sta aiutando la crescita di questo sport, che è davvero molto bello ed è per tutti”. I giovani calciatori viola si sono sfidati con ferri e palline nella gara su tre buche e i vincitori hanno ricevuto dal Ministro per lo Sport Luca Lotti 6 coupon per 4 lezioni individuali gratuite.

L’esempio di Stefano Palmieri

Dopo aver perso la vista in un incidente stradale nel 2002, Stefano Palmieri, 45enne di Follonica, ha trovato nel golf nuova linfa vitale, togliendosi anche la soddisfazione di vincere in campo internazionale: il British Blind Golf Open 2017 e l’Irish Blind Open 2017. Palmieri, che ha ricevuto i complimenti del Ministro per lo Sport, Luca Lotti, sarà tra i protagonisti del Mondiale per golfisti non vedenti che nel 2018 verrà giocato a Roma presso il Golf Club Parco De’ Medici. Un altro evento che rafforzerà il messaggio di inclusione e aggregazione del golf.

La manifestazione “Golf in Piazza a Firenze”, organizzata con il Patrocinio del Comune di Firenze, la collaborazione del Comitato Regionale FIG Toscana e con RDS 100% Grandi Successi e QN la Nazione come Media Partner, si è legata a due progetti di solidarietà: Fondazione Montelatici e Fondazione Tommasino Bacciotti.

La Fondazione Montelatici dal 2010 collabora con il Comitato Regionale FIG Toscana per la promozione e lo sviluppo del golf in Toscana attraverso iniziative ad hoc con particolare riguardo all’attività giovanile.

La Fondazione Tommasino Bacciotti è da più di 17 anni al fianco dell’Ospedale Meyer con Progetti di Ricerca medico-scientifica e con il Progetto Accoglienza Famiglie che offre sostegno durante il periodo di degenza dei bambini all’Ospedale Meyer.

Il viaggio verso la Ryder Cup 2022

Il “Golf in Piazza a Firenze” è stato il quinto evento stagionale della “Road to Rome 2022”, il cammino di avvicinamento del golf italiano verso la Ryder Cup 2022, la prestigiosa sfida tra Europa e Stati Uniti che tra cinque anni andrà in scena a Roma presso il Marco Simone Golf & Country Club. Prosegue dunque a pieno ritmo il Progetto Ryder Cup 2022 che la Federazione Italiana Golf sta portando avanti con il supporto di Infront come Official Advisor.

Le dichiarazioni

Franco Chimenti: “Grazie al Comune di Firenze per aver reso possibile un evento di questa grandezza al quale i cittadini fiorentini hanno aderito in massa. Una cornice fantastica che fa da vetrina internazionale per tutta l’Italia. Siamo felicissimi che nel nostro tour verso la Ryder Cup 2022 ci sia stata Firenze e la Toscana, una regione che merita eventi di questo spessore”.

Gian Paolo Montali: “È stata una giornata speciale in una location straordinaria. Con questo evento si chiude il primo anno della “Road to Rome 2022”, il cui obiettivo principale è la valorizzazione del nostro territorio attraverso il turismo golfistico. A Piazzale Michelangelo abbiamo visto tantissimi bambini intenti a provare il golf a dimostrazione che il coinvolgimento degli Istituti Scolastici inizia a dare i suoi frutti. Tra i banchi di scuola vogliamo cercare i golfisti del futuro, creando una nuova generazione di giocatori”.

Richard Hills: “Il tour con il bus nel centro storico di Firenze è stata una bellissima esperienza. Associare la Ryder Cup a monumenti di questa importanza è un’esclusiva dell’Italia. Sono convinto che queste iniziative aiuteranno ad aumentare il numero dei praticanti nella marcia di avvicinamento alla Ryder Cup di Roma”.

Dario Nardella: “Diamo il benvenuto all’originale appuntamento del ‘Golf in piazza’, un’occasione per provare questo sport nello spettacolare scenario del piazzale Michelangelo, da dove si gode di una straordinaria vista sulla città, un’iniziativa che è un mix inimitabile di sport, arte e cultura. Il golf è a torto a volte giudicato troppo elitario ma è uno sport che attira sempre più appassionati anche a Firenze e in Toscana e sul quale noi puntiamo molto anche per incrementare il turismo. Praticarlo su questo green unico sarà una grande emozione. Siamo quindi grati agli organizzatori per aver scelto Firenze per questa tappa della Road to Rome 2022 e per aver aperto a tutti e gratuitamente questa giornata, così che anche i più piccoli e i tanti curiosi hanno potuto cimentarsi con ferri e palline”.

Andrea Vannucci: “Un evento che ancora una volta mette Firenze al centro della scena internazionale grazie allo sport. Una giornata all’insegna del golf per tutti in uno dei luoghi più suggestivi della città: il piazzale Michelangelo, che diventa campo di gioco con tre buche a disposizione degli sportivi e dei più piccoli. Un appuntamento che insieme al Test Match di rugby, alla Firenze Marathon e al sorteggio dei mondiali di volley mettono a segno il poker di eventi del novembre fiorentino”.

Clicca qui per la galleria fotografica.

GOLF AL PIAZZALE